Categorie
Articoli seduttivi

Come coinvolgere emotivamente una donna

Oggi voglio parlarti di un argomento ostico e molto corposo, di cui non si parla quasi mai in Seduzione ma che è di fondamentale importanza se si vuole arrivare ad avere la capacità di scegliere la donna da avere al tuo fianco.

Sto parlando di come coinvolgere emotivamente una donna in un rapporto.

Prima di spiegare meglio a cosa mi riferisco, faccio una premessa.

“Piacere” vs “Coinvolgimento emotivo”

La prima cosa da capire è che esiste una netta distinzione tra il “piacere” e il “coinvolgimento emotivo”. Molto spesso si tende a confondere i due concetti, ma sono due mondi completamente diversi, e questo è uno dei motivi per cui molte relazioni saltano al primo ostacolo.

Quando si parla di “piacere” si intende il semplice interesse che può esserci nei confronti dell’altra persona, e ciò vale sia per gli uomini che per le donne.

Una persona può piacere perché viene idealizzata, perché non si hanno rapporti duraturi da molto tempo, perché si sta passando un periodo molto “magro” dal punto di vista sessuale, o perché questa persona ha fatto un’azione particolare che non ci si aspettava.

Ad esempio, una donna che esce da una relazione lunga e dopo poco tempo si fidanza di nuovo, molto probabilmente non lo fa per un reale coinvolgimento emotivo, ma solo per un piacere, e per il fatto di essersi liberata di una situazione vecchia che le portava molto peso.

Coinvolgere emotivamente una donna, invece, è totalmente diverso, e vuol dire legare a sé una donna a livello appunto emotivo, che è molto più profondo del semplice piacere.

In che modo avviene il coinvolgimento emotivo

La domanda che sorge spontanea è: “Ma quand’è che una donna inizia a coinvolgersi emotivamente?”

Molto semplice, inizia a coinvolgersi emotivamente quando fa degli investimenti “importanti” nei confronto dell’uomo, quindi investimenti di tempo, di azioni, di spostamenti, quindi quando porta a compimento una serie di azioni per vedere quell’uomo o per stare insieme a quell’uomo.

Molto spesso gli uomini non sono abituati a questo, sono molto più propensi ad essere sempre accondiscendenti nei confronti della donna che frequentano, accontentandola sempre in tutto e mostrandosi sempre disponibili.

Ma in questo modo la donna non farà mai “fatica”, non avrà mai bisogno di fare investimenti impegnativi nei confronti di quell’uomo, e così la relazione diventerà piatta e noiosa, e porterà la donna a stancarsi molto presto.

D’altra parte questo vale anche per noi uomini, molto spesso siamo più incuriositi dalla donna ‘sfuggente’, che un giorno c’è e il giorno dopo sparisce, che prima ci dà attenzioni enormi e poi ce le toglie, rispetto a quella donna che invece è sempre presente e sempre disponibile.

È chiaro che per arrivare a coinvolgere emotivamente una donna c’è bisogno di mettere in campo dei comportamenti particolari, che solo pochi uomini sono davvero in grado di attuare.

Tre strategie da attuare fin da ora

Oggi voglio darti tre strategie che puoi utilizzare fin da subito.

La prima strategia è quella di portare la donna a spostarsi per uscire con te, almeno per i primi appuntamenti. Ad esempio io sono di Rovereto e mi capita spesso di conoscere donne di Bolzano, di solito per il primo appuntamento le faccio venire a Trento, che è circa a metà strada, proprio perché anche per lei deve essere importante conoscermi, e quindi la porto a fare un investimento nei miei confronti.

La seconda strategia è quella di organizzare l’appuntamento in autonomia senza far decidere a lei dove andare e cosa fare, forse può sembrare aggressivo soprattutto per chi è alle prime armi ma è molto utile perché inizi ad imparare a dare una direzione al rapporto, quindi non preoccuparti se a lei piace o non piace il posto in cui la porti, non ha importanza, l’importante è che inizi a dare una direzione precisa.

La terza strategia è quella di, passami il termine, iniziare a “negarsi”.

Non intendo dire in ambito sessuale, anche se non sempre è sbagliato, ma mi riferisco a non rispondere subito ai messaggi, evitare di farsi vedere sempre presenti soprattutto all’inizio, e omettere nei tuoi racconti alcune informazioni, cosa che spingerà la donna a fare domande e incuriosirsi, e quindi a coinvolgersi emotivamente.

Ricorda che una donna vuole sempre essere emotivamente coinvolta in un rapporto, e ciò può servire molto anche a te, perché in questo modo, mettendola alla prova a facendole fare “fatica” per frequentarti, capirai fin da subito se questa donna è realmente interessata a te, senza aver mai bisogno di correrle dietro.

Con questi piccoli accorgimenti sono sicuro che inizierai a vivere dei rapporti molto più sani e coinvolgenti dal punto di vista emotivo con le donne che intendi frequentare da qui in avanti.

Facci sapere la tua nei commenti o scrivici in privato per raccontarci una tua esperienza, ti risponderemo entro pochi minuti.

Fiducia in te stesso, sempre!