Categorie
Articoli seduttivi

Il principale motivo del tuo insuccesso con le donne

Caro aspirante seduttore oggi ti spiego qual è il principale motivo del tuo insuccesso con le donne.

Sono anni che studi la seduzione eppure non riesci a migliorare?

Quanto tempo è passato? Un anno? Due anni? O forse di più?

Tuttavia dopo tutto questo tempo ed innumerevoli prove sul campo, il solo pensiero di avvicinarti al tuo target ideale di donna ti crea ancora agitazione e ansia.

Probabilmente hai applicato tutte le tecniche della concorrenza e della seduzione fuffa, stai attento ad ogni gesto o frase, ti ammazzi di approcci, eppure niente.

Ogni volta che vedi lei, la bellissima, quella inarrivabile, ti sale l’agitazione, la sudorazione aumenta, la testa ti si riempie di dubbi, tutte le tecniche vanno a farsi benedire, perché dinanzi a quella bellezza sei inerme, sei spaventato.

Purtroppo mio caro Aspirante Seduttore è qualcosa che ho visto accadere con i miei occhi, ho avuto il piacere di lavorare con tanti clienti che prima di frequentare i miei corsi erano rimasti invischiati nella seduzione fuffa con le sue fantomatiche tecniche e schemi comportamentali da seguire alla lettera.

Te ne cito alcuni:

– Devi usare le routine (frasi fatte, inventate da qualcun altro con l’abitudine di farsi chiamare guru)

– Devi avere le spalle larghe!

– Devi aprire le gambe alla stessa larghezza delle spalle!

– Devi fare lo sguardo inquisitorio: Guardare in mezzo alle ciglia

– Devi fare lo sguardo triangolare: Occhi, labbra, mento

– Devi usare i DHV, dimostrazione di valore superiore

– Devi far qualificare la donna

– Tu sei il premio e lei è una scimmia, ti deve obbedire

Ora se ti stai chiedendo se esiste una soluzione che ti faccia acquisire la tranquillità necessaria e di conseguenza eliminare il timore che provi quando ti approcci alle belle donne e quindi spianare la strada alla Vera Seduzione, senza utilizzare tecniche fuffa e comportamenti strani la risposta è SI.

Ti dico di più, oggi potrai leggerla in questo articolo, scoprirai il perché del tuo insuccesso con le donne, senza perdere tempo e soldi in fantomatici corsi di seduzione fuffa che ti fanno fare il giro per tutte le biblioteche di Milano facendoti utilizzare banali scuse, come: “Ciao che libro mi consigli” ?!?! sciocchezze.

Iniziamo:

Se vuoi risolvere il principale motivo del tuo insuccesso con le donne devi acquisire, nutrire la tua Virilità, devi sapere che essa è il principale fattore del tuo successo con le donne.

Senza Virilità tutte le tecniche della seduzione fuffa che puoi immaginare o utilizzare stanno a zero, già fanno schifo, ma senza la madre Virilità fanno ancora più schifo e sono ancora più inutili. Passami il francese.

Puoi studiare quello che vuoi, potrai fare mille approcci al giorno, ma qualora dovrai approcciarti ad una donna leggermente superiore al tuo target standard, andrai in panne, suderai e ti agiterai.

Perché hai sempre mascherato le tue insicurezze e la tua mancanza di virilità dietro a fantomatiche tecniche e a modus comportamentali.

Ecco perché quando c’è da tirar fuori la tua personalità e la tua Virilità come ad esempio davanti ad una bella donna a quella che ti attrae di “brutto”, fai acqua da tutte le parti.

Devi sapere che la Virilità è un concetto estremamente ampio che riguarda molte parti dell’essere Uomo (la virilità è ovviamente solo maschile) e addirittura essa può mutare a seconda del carattere della persona.

In questo articolo mi concentrerò soltanto su un aspetto ma, fondamentale, in quanto rappresenta il principale motivo del tuo insuccesso con le donne. In futuro scriverò altri articoli dove andrò a descrivere gli altri aspetti della virilità.

– FAI QUELLO CHE VUOI QUANDO VUOI –

Lo ripeto, fa sempre bene:

– FAI QUELLO CHE VUOI QUANDO VUOI –

Questo è l’aspetto più elementare della Virilità ma come ho scritto prima è il Principale, il Fondamentale, senza di questo non farai mai passi in avanti significativi, rimmarai sempre nel limbo e confuso.

Poi, cosa ancor peggiore è che continuerai a coprire le tue insicurezze dietro a tecniche strane, alimentando così la tua Insicurezza. Ed è proprio quest’ultima creata da questo “mascherarsi” che ti fa andare in panne quando vedi il tuo prototipo di donna ideale.

Inciso:

 

Questo discorso vale sia per chi è rimasto invischiato nella seduzione fuffa e qundi maschera le sue insicurezze utilizzando tecniche fuffa e sia per chi invece maschera le sue insicurezze coprendosi dietro a pensieri perbenistici e cattolici:

 

“Eh… ma non è giusto farlo”;

 

“… Forse è meglio aspettare”;

 

“Lei potrebbe non essere d’accordo…”

 

“… E’ troppo bella, quindi meglio fare le cose con calma…”

ecc

 

Fine inciso.

Quindi ti muoverai sempre in funzione di quello che dice o fa la donna, non avrai mai la forza per decidere e, cosa più importante di crearti una tua direzione in linea con i tuoi desideri.

– A me Francesco, NON interessa se lei vuole essere baciata o meno, se ho l’opportunità di farlo e mi sento di farlo lo faccio e basta.

 

– Se provo a baciarla e lei rifiuta AMEN, sono l’uomo più felice del mondo, perché ho fatto la cosa giusta, ho fatto il maschio, ho nutrito la mia Virilità senza andare dietro a cavolate e fufferie varie.

 

– Se voglio scrivere un messaggio ad un ragazza, mettendo in luce un mio desiderio, come un’uscita lo faccio, se rifiuta? AMEN, la mia vita continuerà felice.

 

– Se una mi risponde male è un problema suo non mio! La bocca è la sua non mia!

Ora questo è quello che devi iniziare a fare subito anche tu, è necessario se un giorno vorrai essere capace e avere tutti gli strumenti per sedurre donne bellissime.

Ricorda:

Prima di sedurre una donna devi essere in grado di Prendertela e accettare anche l’altra faccia della medaglia, che potresti allo stesso tempo Perderla.

Tuttavia questo non ha importanza, l’importante e che tu inizi a fare Naturalmente il Maschio, senza coprirti dietro a fantomatiche tecniche fuffa o a pensieri perbenistici e moralistici, altrimenti non riuscirai mai a risolvere il principale motivo del tuo insuccesso con le donne e a creare una tua direzione, e quindi figuriamoci se potrai mai sedurre o guidare una donna.

Una volta che ti sarai creato la tua direzione in linea con i tuoi desideri, la donna potrà anche fare dei giochi circensi per confonderti ma, tu grazie alla tua direzione acquisita grazie al primo principio della virilità: – Fai quello che Vuoi quando Vuoi – saprai sempre cosa fare.

Quante volte hai esitato? Quante volte, pensandoci hai “detto cazz… potevo scop…la” che fesso…? Quante volte ti sei mangiato le mani perché solo successivamente avevi capito che te l’aveva servita su un piatto d’argento?

Immagino innumerevoli volte e forse ti sei anche affidato a santoni… che ti facevano approcciare in ogni dove utilizzando le peggio scuse, che poi erano proprio quest’ultime a minare la tua Virilità…

Tuttavia oggi hai capito quanto sia grave non lavorare sulle proprie insicurezze e sulla propria Virilità, è proprio questo non “lavorare” che ti porta all’insuccesso con le donne.

Ora voglio darti 3 semplici regole, che se le seguirai ti aiuteranno finalmente ad acquisire il primo principio della Virilità:

 

– FAI QUELLO CHE VUOI QUANDO VUOI –

1) Se vedi una donna che ti attrae in ogni dove è tuo obbligo andare a conoscerla, a meno che tu non sia incatenato al muro. (Non sei lì per il numeretto di telefono o per il facebook close… sei li per sedurre!!!)

2) Non devi mai ripiegare su donne meno attraente perché pensi che siano più facili; che poi non è vero. (Cosa più grave, così facendo mini la tua autostima, la tua Virilità)

3) Mai aspettare i manifesti o permessi dalle donne, vuoi baciarla? Fallo! E le conseguenze? Rilassati è solo un bacio non una bomba atomica.

So perfettamente, perché ci sono passato anch’io, che è dannatamente difficile abbattere i propri schemi perbenistici e moralistici e dare sfogo ai nostri desideri e al nostro essere maschio e quindi è più facile coprirsi dietro a qualche fantomatica tecnica…

Tuttavia è necessario e poi, sono sicuro che sei stufo di ricevere due di picche e di rimanere inerme davanti alle donne che ti attraggono da matti.

Quindi non dimenticare:

 

– FAI QUELLO CHE VUOI QUANDO VUOI –

 

Il primo principio della Virilità.

 

P.S. Prima di ammazzarti di approcci, prima di studiare anni e anni, Lavora sulla Tua Virilità. Essa in Seduzione è PRIMARIA.

Sarge On!

Categorie
Articoli seduttivi

L’ERRORE PRINCIPALE DI OGNI SEDUTTORE

Non voglio girarci molto attorno quindi vado dritto al punto focale di questo articolo. L’errore principale che commette ogni seduttore è quello di dividere le donne principalmente in due categorie:

Categoria 1: Le donne normali, quelle mediamente carine

Categoria 2: Le strafighe, quelle “apparentemente” inarrivabili

Questa sciocca e fasulla distinzione porta all’interno del seduttore degli squilibri non indifferenti quando deve sedurre.

Prima di farti presente quali sono questi squilibri e cosa comporta in negativo dividere le donne in queste due categorie ti faccio presente un fatto:

Le donne sono TUTTE UGUALI, ogni donna è meritevole di rispetto e soprattutto hanno tutte gli stessi orifizi.

Io non sto parlando di gusti, ci mancherebbe ognuno ha i suoi e quindi non trovo strano che ad un uomo possa piacere una donna mora ed ad un altro una bionda.

Io sto parlando della tua Enorme Richionaggine che ti porta a dividere le donne e quindi ti spinge a vedere le strafighe non come donne normali ma come esseri alieni, inarrivabili.

Cioè fammi capire… La strafiga ha una gamba in più? Ha per caso tre tette anziché due? No? Allora perché cavolo continui a metterla sul piedistallo e a vederla diversa da tutte le altre?

Perché si… Nel momento in cui affermi che una è una strafiga automaticamente le dai un titolo e questo titolo porta ad abbassare il tuo valore per alzare il suo… quando in verità è una donna come tutte le altre.

Se tu sei un piccolo “ometto ricchione” che ha sempre ripiegato sulle seconde scelte perché impaurito di prendersi la donna che vuole non è di certo colpa della strafiga.

Così come hai utilizzato energie per “dirottarti” sulle seconde scelte potevi utilizzarle per prenderti veramente ciò che desideravi e cioè la strafiga.

La strafiga non è una donna inarrivabile o aliena perché questa è una visione creata dalla tua ricchionaggine. Nessuno ti vieta quindi di prendertela, nessuno ti vieta di avvicinarti, nessuno ti vieta di parlarle.

Capisci bene che il problema non è lei figura inarrivabile mai sei tu che fondamentalmente hai paura di lei.

Perdonami ma su questo punto voglio essere molto chiaro:

Se nella tua vita… Hai avuto poche strafighe e hai giustificato a te stesso questa “pochezza” perché sono inarrivabili e diverse dalle altre sappi che ti stai dicendo una marea di cazzate.

La verità è che sei un ricchione e che hai paura di loro.

In fondo il tuo categorizzare non è altro che una giustificazione che dai a te stesso per non ammettere la tua inadeguatezza che provi dinanzi alle belle donne.

Della serie:

Non è che sono io inadeguato … E’ lei che è aliena…

Cazzate.

Anche perché la strafiga esattamente come tutte le altre: Piscia, caga, rutta, fa sesso e la prende in bocca.

Ora dove cazzo sta la differenza?

Ah si… Aspetta perché è più bella di altre?

Ma sti cazzi… Te lo ripeto non è colpa di nessuno se nella tua vita hai avuto donne che non ti hanno mai soddisfatto… Nessuno ti ha obbligato e soprattutto nessuno mai ti ha puntato una pistola alla testa per non andare dalla strafiga.

Devi capire che la tua realtà creata dalle tue “piccole” esperienze non è il mondo e quindi non è la vita reale.

Ma cosa credi che una strafiga cerchi la luna? Cerchi il sogno? Cazzate… la donna che tu vedi come un “alieno” cerca esattamente le stesse cazzo di cose che cerca una donna a detta tua “normale”.

Ora veniamo al nocciolo dell’articolo e cioè ti faccio capire qual è l’errore principale di ogni seduttore, in particolare quali sono gli squilibri negativi che ti portano a questa visione e a questa categorizzazione:

1) Quelle poche volte che ti avvicini alla strafiga diventi inspiegabilmente più cortese e più perbenista del solito… Perché? Perché lei è bella.

2) Dinanzi alle sue obiezioni rimani fermo… Non riesci ad usare la stessa energia che useresti con una donna normale… Perché? Perché è più bella delle altre e soprattutto perché sei un Ricchione.

3) Inspiegabilmente quando dinanzi a te hai una strafiga pensi che servano “cose” diverse per sedurla, stupidamente immagini che per avere una così bella al tuo fianco devi fare chissà che cosa… Perché? Perché nella tua vita hai sempre avuto donne che non ti hanno mai soddisfatto.

4) Continuando a mettere la strafiga sul piedistallo sei sempre soggetto ad una forma di “cacarella” quando decidi di avvicinarti a lei. Perché? Perché nel tuo letto non hai mai avuto un bel sedere… Quelli a te conosciuti sono quelli dei porno.

5) Vivi una perenne sofferenza creata dal tuo vedere lei come “troppo bella”. Questo ti porta a pensare che tu non sei all’altezza ed ecco che allora ripieghi sui cessi rischiando inoltre di passarci un intera vita.

Ora vuoi sapere qual è il segreto per non incappare in tutte queste negatività? Semplice, è vedere la donna come una cazzo di donna smettendola di usare “slogan”

1) Ogni donna è amante del cazzo.

2) Ogni donne vuole cazzo.

3) Ogni donne vuole un uomo “normale”

4) Ogni donna si masturba mediamente 5 volte al giorno.

5) Ogni donna parla con le sue amiche di cazzo.

Ora hai davanti a te due scelte:

Puoi continuare a fare il Ricchione e commettere l’errore principale di ogni seduttore, categorizzando le donne in futili categorie o capire un fatto molto importante.

Che al di là delle tue “categorie” stupide le donne amano e vogliono il cazzo.

Ora non ti azzardare a dire che lo sai… Perché non è così… Forse lo immagini, lo sai ma di certo non l’hai capito. Perché altrimenti non si spiega la tua grande ricchionaggine dinanzi a queste donne categorizzate a detta tua come “strafighe”

In ultimo, se ti piacciono tanto le categorie ecco quelle giuste, quelle seduttive. Le donne sono divise in due gruppi:

1) Donne che ti attizzano

2) Donne che non ti attizzano

Stop.

La strafiga non è contemplata perché per un seduttore ella è semplicemente una che rientra nel gruppo di donne che lo attizzano, punto.

SARGE ON!

Categorie
Articoli seduttivi

CINQUE SEGNALI CHE TI FANNO CAPIRE QUALI DONNE VOGLIONO ESSERE APPROCCIATE

Il capodanno si avvicina, gli ormoni salgono… E poi c’è il detto: Chi fa l’amore a capodanno, lo fa tutto l’anno.

Però… Sei ancora bloccato… Insomma, non ti muovi neanche con le bombe per andare a conoscere donne nuove dal vivo.

Perché hai bisogno dei “segnaloni”, hai bisogno di capire, prima di muoverti, quali sono le donne che vogliono essere approcciate per andare a colpo sicuro.

 Oggi voglio aiutarti ad andare a colpo sicuro o quasi scacciando il più possibile il terrore, lo spettro del rifiuto.

 In che modo? Semplice, portandoti a conoscenza di cinque segnali pratici e concreti che le donne utilizzano per farti capire che VOGLIONO essere approcciate e cioè VOGLIONO fare la tua conoscenza.

1) Due donne in un locale sedute ad un tavolino… Inizialmente parlano tra di loro ma poco dopo ecco che si guardano in giro. Guardano chi c’è nel locale, guardano le persone… Sperando di catturare l’attenzione di qualche maschio brillante che possa capire la loro ricettività.

2) Ti capita delle volte di essere in un locale e di incrociare lo sguardo di una ragazza… Ecco che dopo un “nano secondo” la fanciulla distoglie lo sguardo… Beh sappi che hai incrociato lo sguardo con una donna Super Recettiva. Una donna che distoglie lo sguardo è una donna molto interessata.

3) Sei al bancone e stai ordinando il tuo drink, nello stesso istante ti accorgi di avere al tuo fianco due donne che inizialmente parlano sottovoce ma dopo qualche secondo ecco che il loro tono si alza quasi a volerti far sentire quello che dicono… Bene, hai al tuo fianco due donne molto recettive perché quel “alzare” il tono è un chiaro segnale rivolto a catturare la tua attenzione.

4) Per le donne le scarpe sono una potente arma di seduzione… Quindi tutte quelle donne che hanno un tacco molto vistoso o una scarpa vistosa sono donne recettive.

5) Sei in coda al bancone per ordinare da bere… Davanti a te hai una donna che si volta di profilo prima a destra poi a sinistra quasi a volerti mostrare i profili del suo viso… Ecco hai davanti a te una donna molto recettiva… Quel voltarsi a destra e a sinistra è un’azione specifica per cattura la tua attenzione.

Con questi piccoli accorgimenti ti sarà più semplice interpretare quei segnali che ti fanno capire quali donne vogliono essere approcciate, e quindi quali donne sono più propense ad una nuova conoscenza.

Ora vai e seduci 

Categorie
Articoli seduttivi

Come gestire il rifiuto nella seduzione?

Tanti Uomini mi chiedono come gestire un rifiuto in seduzione.

Il problema è che il rifiuto non si gestisce. Si può solamente scegliere come reagire ad esso.

L’ essere umano è una creatura predatrice, anzi, è il più grande predatore del mondo. E’ sempre bene ricordarselo. Un Uomo si fa beffe del rifiuto in seduzione. Ci sono cose molto più gravi di esso.

La maggior parte delle persone si fa mille paranoie sull’essere rifiutati, anche se di rifiuti in seduzione non ne ha mai ricevuti nessuno.

Il rifiuto è parte integrante dell’essere umano. Se non vivessimo quotidianamente il rifiuto, non saremmo umani.

Un compito a scuola, un esercizio fatto male, il datore di lavoro che fa un’osservazione, sono tutti tipi di rifiuto. O di fallimento.
Ma, in questi casi non ci scoraggiamo. Stessa cosa dovrebbe essere per il rifiuto in seduzione.

Intendetela così: la seduzione è un’abilità. Come tutto il resto. E quello che dovete fare voi è solamente acquisire questa nuova abilità.

I rifiuti dovete intenderli solamente come un feedback, che vi fa capire come non dovete fare quella cosa.

Fate una battuta viscida? Fate troppo i bisognosi? La ragazza vi rifiuta. E quello che dovete fare voi è capire dove avete sbagliato (forse la parte più difficile) e cambiare strategia. Provare qualcosa di diverso.

Già so le vostre obiezioni: “Tu la fai semplice, tanto sei già bravo / Non conosci la mia personalità / Quando prendo un rifiuto i miei amici mi devono raccogliere con il cucchiaino”, ma allora di che stiamo parlando?

Spero di parlare con persone che vogliono fortemente cambiare la propria vita, e che sanno che la sofferenza di averci provato (e fallito) è passeggera; mentre la sofferenza per non averci provato, anche sapendo che si poteva fare, dura tutta la vita.

Sta a voi decidere cosa fare della vostra vita.

Un’altra cosa che ho notato è che, tante volte, il rifiuto, non è diretto a voi, ma alla situazione in cui vi state muovendo.
Alla ragazza è morto il gatto, è stata bocciata a un esame, ha litigato con il ragazzo, o mille altre  cose che non potete controllare.

E lei già esce che è inviperita.

E sticazzi.

E’ una cosa che si può controllare?

No.

E allora perchè preoccuparsi di come gestire un rifiuto nella seduzione?

Invece, la cosa importante da fare è rendersi conto che, quando qualcuno ci rifiuta, lo fa conoscendoci solo in base a determinate e limitate esperienze che ha già avuto e che, inoltre, sono distorte dalle sue convinzioni limitanti e dai modi in cui ha imparato a pensare fino a quel momento. La sua decisione non è stata presa avendo a disposizione tutte le informazioni e basandosi su tutti i fatti. Si tratta di una decisione presa basandosi su alcune variabili limitate.

Sapendo questo, è bene ricordarsi che la decisione che ha preso potrebbe essere un errore. L’espressione “peggio per lui” potrebbe, in effetti, essere molto appropriata.

Anche perchè voi la volete una donna che si basa solo su piccolissime informazioni su di voi per timbrarvi?

NO?

E allora che problemi vi state facendo?

E’ la vostra reazione al rifiuto che è importante, non il rifiuto in se. Non permettete a nessuno di controllarvi o di controllare le vostre emozioni. Il modo in cui rispondete a un evento esterno dipende solamente da voi.

P.S.: Avevo scritto un articolo per prevenire eventuali rifiuti.

Quando vi accadrà di nuovo, al posto di chiedervi il perchè è capitato, sostituite semplicemente queste parole con: “la prossima volta…”

Niente di quello che vale la pena conquistare nella vita te lo servono su un piatto d’argento. Tante volte, il percorso per arrivarci richiede grandi sacrifici e notti insonni. Ma dovete esserne certi che ne valga la pena. Riderete dei rifiuti, perché saprete che è molto meglio provarci e essere rifiutato (anche se, quando diventerete bravini, sarà molto difficile venire rifiutati), piuttosto che tornare a casa con quella sensazione di insicurezza e di inadeguatezza sotterranea che conoscete così bene.

Ricordatevi anche che tutte le cose che fate in maniera semplice, prima di impararle erano difficili.

Camminare, andare in bici, oppure quando devi studiare un esame all’università e per le prime due settimane ti sembra ostrogoto, poi entri nella mentalità dell’esame è capisci tutto. I più grandi imprenditori hanno avuto, prima di raggiungere il successo, grandi fallimenti.
E perché imparare a essere più seduttivi dovrebbe essere diverso?

Perché tutti hanno i geni per riprodursi, e quindi anche per sedurre una o più ragazze.

Oggi sono stato al Vittoriale degli italiani e, incisa su un muro, c’è una frase di D’Annunzio che mi è sempre piaciuta particolarmente:

“Memento Audere Semper”

Ricordati di osare sempre. Incidetevela nella testa. Vivete con questa mentalità. Il vostro arrivo è agire come se fosse impossibile fallire. Perché è proprio così. Voi non state fallendo. State imparando come fare.

Il legno buono non cresce negli agi. Più il vento è forte più gli alberi sono forti.

La vostra mentalità deve essere questa:

“Non importa quanto ci metterò, non importa nemmeno quanto dovrò sputare sangue e soffrire. Io ci arrivo. Sono un fottutissimo Marine.”

Ecco spiegato come si può gestire un rifiuto in seduzione

Categorie
Articoli seduttivi

La paura di rimanere da solo

Non se ne parla mai, non è certo un argomento di conversazione con gli amici davanti a un caffè, ancora meno se ne può discutere con una donna che stai frequentando, non ti capirebbe e penserebbe che per lei sei un ripiego.

Sto parlando di una delle più grandi paure di un Uomo, che molto spesso in realtà riguarda anche le stesse donne: la paura di restare da solo.

Quante volte hai visto con i tuoi stessi occhi delle coppie improponibili, persone che non fanno altro che litigare, che devono inventarsi delle scuse e dei pipponi incredibili per uscire una sera con gli amici e non portarsi dietro il partner, che quando ci esci e parli della loro fidanzata ti dicono “Non me ne parlate neanche, sono uscito con voi apposta per non avercela vicino stasera..”?

Ti confido una cosa, nella mia vita ho sempre avuto paura di essere contagiato da questa mentalità, da questo modus vivendi, dal pensiero che bisogna per forza stare con qualcuno, altrimenti si è infelici, incompleti, mezzi uomini.

Per me non c’è nulla di più triste e allo stesso tempo più sbagliato al mondo.

Li vedo questi uomini quando esco la sera, li riconosco a chilometri di distanza: ogni volta che gli passa una donna attraente davanti non possono fare a meno di guardarla con desiderio, con voglia, come se fosse la cosa più bella mai vista nella vita, la bramano, la desiderano, ma non ci pensano neanche lontanamente ad avvicinarla, e se un amico glielo fa notare (e spesso in passato l’amico in questione ero io) partono con la risposta recitata a memoria:

“Nooo io sono fidanzato! Frequento già quella donna, sono a posto così!”

Ma basta poco per farli crollare, e ammettere che in realtà non vedrebbero l’ora di andare a conoscere quella donna, e sanno benissimo che se questa donna si dimostrasse interessata, vogliosa, desiderosa di passare del tempo con loro, non si ricorderebbero nemmeno più il nome della “fidanzata” che hanno al loro fianco e non ci penserebbero due volte a lasciarla.

Molto spesso nella vita mi sono trovato di fronte a uomini che hanno criticato il mio modo di vivere, di relazionarmi con le donne, e la facilità con cui sono passato da una frequentazione all’altra. Sembrano quasi dei monaci, dei paladini in difesa delle donne, come se poi chiudere una frequentazione e iniziarne subito un’altra fosse un crimine.

Pensano che sia tutta una questione di “tecnica”, pensano che se avessero la pozione magica che li rende attraenti per ogni donna tutti i loro problemi si risolverebbero.
Non hanno capito nulla, il loro problema principale è che hanno una paura fottuta di stare soli, di sentirsi soli, di passare dei periodi in cui sei solo con te stesso e i tuoi pensieri, i tuoi mostri.

Credono che l’unico modo per vivere una vita soddisfacente sia buttarsi in una relazione, e quando vedono un single quasi si consolano pensando che invece loro “hanno qualcuno al loro fianco”.

Peccato che poi inventino scuse per uscire con gli amici.

È questo l’obiettivo di BeLoved, permettere agli uomini di raggiungere la felicità relazionale stando bene prima con se stessi, e poi con le donne.

Perché un Uomo che non si apprezza, un Uomo che non ama la sua persona, e che soprattutto non è capace di stare da solo, ma crede di aver bisogno di una “fidanzata”, della presenza costante di una donna nella sua vita, non starà mai bene con nessuna, perché quando la troverà, questa donna sarà per lui una sorta di droga, un qualcosa che gli farà credere di avere del valore e di essere interessante. E il risultato qual è? Che quando il rapporto sarà ormai morto, finito, logorato, non avrà il coraggio di fare un passo indietro e di tornare a strare da solo, la sola idea lo fa tremare perché si ritroverebbe da solo coi suoi mostri.
E allora continua a stare in questa relazione ormai finita, in cui non si parla più, si fa sesso una volta al mese se va bene, ed è brutto dirlo ma so con certezza che oltre l’80% di queste relazioni finisce con la donna che prima lo tradisce e poi lo lascia.

Vuoi davvero che sia questa la tua vita relazionale?

Non è mai troppo tardi per cambiare rotta, per prendere in mano le redini della propria vita e portarla dove si vuole. Basta solo volerlo.

Categorie
Articoli seduttivi

Nella seduzione il problema principale è proprio il niente!

La vita dell’uomo intenso come essere maschio è semplice, così semplice che diventa quasi sconcertante l’analisi della stessa.

In fondo noi ometti nasciamo con un senso di dover far qualcosa, quel qualcosa che nessuno ci ha mai insegnato, per carità chi più chi meno ma in fondo la vita del maschio è non fare niente, non per mancate capacità quanto piuttosto per mancanza di educazione.

Gli esempi sono molteplici, basti solo pensare che il 67% dei trentenni italiani (i dati istat indicano che vivono ancora a casa con i genitori) non ha idea di cosa fare, pensa di far qualcosa ma in verità non fa niente. Vive una perenne illusione, un’illusione che sfocia nella speranza, una speranza che sfocia nella dipendenza.

Fanno di mille corsi, leggono libri e studiano senza poi fare niente. Il niente pervade le vostre vite, il niente viene creato dalla mancanza di scelta, la priva scelta viene creata dalla mancanza di essere Uomini, e quindi è facile capire che la scelta non può esistere se non si è UOMINI.

La soluzione? E’ fare, irrilevante cosa ma l’importante è fare.

Il problema è che l’uomo non ha idea di cosa voglia dire fare, pensa di fare ma alla fine non fa niente, il fare ha una sua concretezza, una sua misurabilità. Il fare è un dato preciso.

Questo vuol dire che il fare impone alla persona un cambiamento dall’oggi al domani e se questo cambiamento non può essere misurato vivi nell’illusione del niente. Come dicevo il niente è creato da una mancata educazione e se pensi di averla ricevuta perché messo al mondo da due genitori sbagli di grosso. Hai semplicemente ricevuto: paure, timori, limitazione e quindi il niente.

Nella seduzione il problema principale è proprio il niente!

Ti sei accontentato, ti sei preso una donna perché era l’unica disponibile, ti sei fatto qualche esperienza perché qualche fanciulla suo malgrado ti seguiva e quindi inizialmente interessata.

Insomma non hai fatto niente!

Il motivo principale del perché non parli con una donna che ti attrae è dipeso semplicemente dal tuo vivere nel niente!

C’è quello che non si avvicina ad una donna neanche per sogno, c’è quello che si avvicina con mille timori, c’è quello che approccia tutte senza una linea seduttiva e di pensiero, insomma ripeto, l’assoluto niente.

Approcciarle tutte a caso, aprire mille chat o non approcciare donne che ti attraggono hanno lo stesso denominatore comune e cioè il niente!

Quando hai vicino una donna che ti piace tu non sai cosa fare, non solo perché ti manca un concreto metodo seduttivo, ma perché sei abituato, sei stato abituato a non fare niente. Quindi diventa chiaro e lampante che dinanzi ad una situazione del fare te la fai addosso perché, ripeto, tu vivi nel niente!

Tutte quelle volte che una tua idea, un’aspirazione o una tua azione sono state deviate da fattori esterni e quindi non riconducibili alla tua capacità di scelta vuol dire che hai vissuto nel niente!

Il niente porta alla grande illusione del fatidico momento giusto, una delle più grandi bugie dell’essere umano chiamato uomo, che poi il bello è che dinanzi al momento giusto non sai comunque cosa devi fare.

Signori, robe da pazzi.

Per non parlare delle mille scuse create sempre dal tuo fattore di vivere nel niente.

Devi svegliarti perché oggi il margine d’errore nella seduzione, nel lavoro, nella professione, nell’imprenditoria è strettissimo.

Una soluzione per uscire dal niente?

Semplice, basta domande, basta dubbi, inizia ad avvicinarti a quello che ami. Può essere una donna, un lavoro, un progetto ecc.

Ma fallo subito, ora, perché non hai più tempo. Il niente è pronto ad annientarti.

Categorie
Articoli seduttivi

Scopri il motivo del perché non migliori con le donne

Sono anni che studi la seduzione eppure non riesci a migliorare? Quanto tempo è passato? Un anno? Due anni? O forse di più? E peggio ancora quanti soldi hai buttato nel tombino?

Risultato? Che dopo tutto questo tempo ed innumerevoli prove sul campo, il solo pensiero di avvicinarti al tuo target ideale di donna ti crea ancora agitazione e ansia.

Probabilmente hai applicato tutte le tecniche della concorrenza e della seduzione fuffa, stai attento ad ogni gesto o frase, fai tanti approcci, eppure niente.

Ogni volta che vedi lei, la bellissima, quella inarrivabile, ti sale l’agitazione, la sudorazione aumenta, la testa ti si riempie di dubbi, tutte le tecniche vanno a farsi benedire, perché dinanzi a quella bellezza sei inerme, sei spaventato.

Inoltre alcuni uomini vedono la donna come una battaglia…
Qualcosa da vincere, per via di delusioni passate cercano in ella il riscatto dalla loro sfigaggine che dovrebbero cercare in loro stessi.

Purtroppo mio caro Aspirante Seduttore è qualcosa che ho visto accadere con i miei occhi, ho avuto il piacere di lavorare con tanti corsisti che prima di frequentare i miei corsi erano rimasti invischiati nella seduzione fuffa con le sue fantomatiche tecniche e schemi comportamentali da seguire alla lettera.

Te ne cito alcuni:

➡️ Devi usare le routine (frasi fatte, inventate da qualcun altro con l’abitudine di farsi chiamare guru)
➡️Devi avere le spalle larghe!
➡️ Devi aprire le gambe alla stessa larghezza delle spalle!
➡️ Devi fare lo sguardo inquisitorio: Guardare in mezzo alle ciglia
➡️ Devi fare lo sguardo triangolare: Occhi, labbra, mento
➡️ Devi usare i DHV, dimostrazione di valore superiore

Ora se ti stai chiedendo se esiste una soluzione che ti faccia acquisire la tranquillità necessaria e di conseguenza eliminare il timore che provi quando ti approcci alle belle donne e quindi spianare la strada alla Vera Seduzione, senza utilizzare tecniche fuffa e comportamenti strani la risposta è SI.

Ti dico di più, oggi potrai leggerla in questo articolo, scoprirai il perché del tuo insuccesso con le donne, senza perdere tempo e soldi in fantomatici corsi di seduzione fuffa che ti fanno fare il giro per tutte le biblioteche di Milano facendoti utilizzare banali scuse, come: “Ciao che libro mi consigli” ?!?! sciocchezze.

Iniziamo:

Se vuoi iniziare ad avere risultati concreti con le donne devi acquisire, nutrire la tua Virilità, devi sapere che essa è il principale fattore del tuo successo con le donne.

Senza Virilità tutte le tecniche della seduzione fuffa che puoi immaginare o utilizzare stanno a zero, già sono poco efficaci, ma senza la madre Virilità sono ancora più inutili, non ti servono a nulla.

Puoi studiare quello che vuoi, potrai fare mille approcci al giorno, ma qualora dovrai approcciarti ad una donna leggermente superiore al tuo target standard, andrai in panne, suderai e ti agiterai.

Perché hai sempre mascherato le tue insicurezze e la tua mancanza di virilità dietro a fantomatiche tecniche e a modus comportamentali, che diciamocelo chiaro, non ti appartengono minimamente.

Ecco perché quando c’è da tirar fuori la tua personalità, la tua Virilità come ad esempio davanti ad una bella donna, fai acqua da tutte le parti.

Devi sapere che la Virilità è un concetto estremamente ampio che riguarda molte parti dell’essere Uomo (la virilità è ovviamente solo maschile) e addirittura essa può mutare a seconda del carattere della persona.

In questo articolo mi concentrerò soltanto su un aspetto ma fondamentale:

➡️ FAI QUELLO CHE VUOI QUANDO VUOI –

Lo ripeto, fa sempre bene:

➡️ FAI QUELLO CHE VUOI QUANDO VUOI –

Questo è l’aspetto più elementare della Virilità ma come ho scritto prima è il Principale, il Fondamentale, senza di questo non farai mai passi in avanti significativi, rimarrai sempre nel limbo e confuso.

“Fin quando non deciderai di prendere una posizione nella tua vita, nel bene o nel male, vivrai sempre da sottomesso– Francesco Ranieri –”

Poi, cosa ancor peggiore è che continuerai a coprire le tue insicurezze dietro a tecniche strane, alimentando così la tua Insicurezza. Ed è proprio quest’ultima creata da questo “mascherarsi” che ti fa andare in panne quando vedi il tuo prototipo di donna ideale.

Inciso:

Questo discorso vale sia per chi è rimasto invischiato nella seduzione fuffa e quindi maschera le sue insicurezze utilizzando tecniche fuffa e sia per chi invece maschera le sue insicurezze coprendosi dietro a pensieri perbenistici e cattolici:

“Eh… ma non è giusto farlo”;
“… Forse è meglio aspettare”;
“Lei potrebbe non essere d’accordo…”
“… E’ troppo bella, quindi meglio fare cose con calma…”
ecc

Fine inciso.

Quindi ti muoverai sempre in funzione di quello che dice o fa la donna, non avrai mai la forza per decidere e, cosa più importante di crearti una tua direzione in linea con i tuoi desideri.

➡️ – A me Francesco, NON interessa se lei vuole essere baciata o meno, se ho l’opportunità di farlo e mi sento di farlo lo faccio e basta.
➡️ – Se provo a baciarla e lei rifiuta AMEN, sono l’uomo più felice del mondo, perché ho fatto la cosa giusta, ho fatto il maschio, ho nutrito la mia Virilità senza andare dietro a cavolate e fufferie varie.
➡️ – Se voglio scrivere un messaggio ad un ragazza, mettendo in luce un mio desiderio, come un’uscita lo faccio, se rifiuta? AMEN, la mia vita continuerà felice.
➡️ – Se una mi risponde male è un problema suo non mio! La bocca è la sua!

Ora questo è quello che devi iniziare a fare subito anche tu, è necessario se un giorno vorrai essere capace e avere tutti gli strumenti per sedurre donne bellissime.

Ricorda:

Per sedurre una donna devi essere in grado e capace di prendertela e allo stesso tempo accettare di poterla perdere.

Inizia a fare naturalmente il maschio, senza coprirti dietro a fantomatiche tecniche fuffa o a pensieri perbenistici e moralistici, altrimenti non riuscirai mai a creati una direzione e quindi figuriamoci se potrai mai sedurre o guidare una donna.

Quante volte hai esitato?
Quante volte ti sei mangiato le mani perché solo successivamente ti sei accorto che ti aveva dimostrato interesse?

Immagino innumerevoli volte e forse ti sei anche affidato a santoni… che ti facevano approcciare in ogni dove utilizzando le peggio scuse, che poi erano proprio quest’ultime a minare la tua Virilità.

Oggi hai capito quanto sia grave non lavorare sulle proprie insicurezze e sulla propria Virilità, è proprio questo non “lavorare” che ti porta all’insuccesso con le donne.

Ora voglio darti 3 semplici regole che se seguite ti aiuteranno finalmente ad acquisire il primo principio della Virilità:

➡️ 1) Se vedi una donna che ti attrae in ogni dove è tuo obbligo andare a conoscerla, a meno che tu non sia incatenato al muro. (Non sei lì per il numeretto di telefono o per il facebook close… sei lì per sedurre!!!)

➡️ 2) Non devi mai ripiegare su donne meno attraenti perché pensi che siano più facili; che poi non è vero. (Cosa più grave, così facendo mini la tua autostima, la tua Virilità)

➡️ 3) Mai aspettare i manifesti o permessi dalle donne, vuoi baciarla? Fallo! E le conseguenze? Rilassati è solo un bacio non una bomba atomica.

So perfettamente, perché ci sono passato anch’io, che è dannatamente difficile abbattere i propri schemi perbenistici e moralistici e dare sfogo ai nostri desideri e al nostro essere maschio.

Però è necessario e poi sono sicuro che sei stufo di ricevere due di picche e di rimanere inerme davanti alle donne che ti attraggono da matti.

Quindi non dimenticare:

➡️ FAI QUELLO CHE VUOI QUANDO VUOI

Il primo principio della Virilità.

P.S. Prima di far tanti approcci, prima di studiare anni e anni, Lavora sulla Tua Virilità esattamente come ti ho spiegato.

P.P.S Vuoi diventare un seduttore? Bene, prima devi avere le palle di diventare un UOMO altrimenti menti a te stesso e continuerai a buttare soldi nel tombino.

Categorie
Articoli seduttivi

Come comunica una donna?

Più precisamente in questo articolo andiamo a definire la CODIFICA EMOTIVA delle donne.

Che cos’è una codifica emotiva? Beh è semplice, tutte quelle volte che la donna vuole comunicare o far capire una determinata cosa all’uomo senza però dirgliela esplicitamente.

Ad esempio una delle più classiche codifiche emotive delle donne è quando alla domanda “cosa c’è” rispondono “niente” per poi vederle qualche secondo dopo infuriate come se non ci fosse un domani.

Ora, immagino l’obiezione del classico uomo medio che dice: Accidenti ma se c’è qualcosa… Perché… Allora mi risponde niente?!? Non è più semplice che mi risponda effettivamente cosa c’è?!?

Purtroppo, no! Devi sempre ricordare che non stai interagendo con Franco ma con una donna che ha un preciso funzionamento ed una precisa comunicazione, volente o nolente molto diversa dalla nostra.

Tu sai che per aumentare l’attrazione nei confronti della donna ella deve essere costantemente sorpresa e come potrà non esserlo dinanzi ad un uomo che gli ruba le parole dalla bocca, che anticipa i suoi pensieri?

p.s. Ricordati queste righe perché sono alla base di tutta la Vera Seduzione. La donna ama essere anticipata con “eleganza” nell’intelletto.

Scrivo e metto la parola eleganza tra virgolette perché ha un preciso significato. Ne parleremo più avanti.

Un’altra obiezione potrebbe essere quella di pensare che effettivamente ci sia qualcosa a priori.

È sbagliata anche questa perché è logica, insomma è un discorso puramente maschile quello di pensare “Se non mi dice niente è perché non c’è niente”, e come tu sai la logica non va d’accordo con le donne. Anche perché non dimenticarlo mai e dico mai:

➡️ Quando hai a che fare con una donna c’è SEMPRE qualcosa ⬅️

Ora, avendo scartato le obiezioni “maschili” più ovvie e sbagliate, la cosa che ti rimane da fare è fare un passo indietro dinanzi a tutto questo potere comunicativo che la donna riesce a mettere in campo. Così superiore che sfugge alla piccola mente maschile limitata e spudoratamente vincolata.

Hai capito, fai un passo indietro… Liberati… dall’ego, da quella superiorità che ti pervade una volta che ci sei andato perché tanto lei ti frega quando vuole.

Ed è così che nacque la parabola di quello che pensava di scegliere quando in realtà lui era quello scelto. E quando gli sembrava di avere maggior scelta, iniziò a vivere periodi di magra.

Solo se ti libererai dal tuo ego potrai comprenderla, potrai essere flessibile ed efficace in tutte le situazioni. Non avendo vincoli e strutture rigide ti plasmerai su di lei.

Ricorda l’ego ti frega in tutto e per tutto.

Detto questo cos’è l’ego? Beh è tutto è niente. Insomma è una supposta ragione su una determinata visione o situazione, potremmo quasi definirla una forma d’ignoranza “innovativa”

L’uomo che aspetta il permesso dalla donna vive nell’ego.

Eh già.

Altro che le tecniche della seduzione fuffa. La verità è questa. Il suddetto è pieno di ego. Perché in fondo pur sapendo che è sbagliato il suo ego lo spinge a supporre che le sue azioni siano comunque, in ogni caso giuste.

Devi essere grigio, neutro. Liberati dall’abitudine dell’uomo medio di vedere le cose bianche o nere e quindi getta via tutti quei vincoli limitanti che senti dentro di te.

Che poi questo è il primo passo per liberarsi dall’ego. Ascoltati e ridi di tutte le stupidaggini che continua a suggerirti il tuo ego.

Se inizierai questo cammino acquisirai il potere di avvinarti ad una donna e di essere pronto a tutto perché sarai libero dai pregiudizi e dai vicoli che per anni ti hanno ostacolato.

Potrai comprenderla e quindi rispondere e agire in maniera efficace.

Qui arriviamo al punto, dopo tutto questo preambolo (accidenti a quanto parlo o “scrivo”), cosa voleva dire la donna all’inizio di questo post con il suo “niente”?

Come abbiamo visto all’inizio, supporre che ci sia effettivamente qualcosa è sbagliato non solo perché è pura logica, ma soprattutto perché quando si ha a che fare con una donna c’è sempre qualcosa.

Sempre.

Ecco quindi cosa effettivamente intende:

“Ma che cavolo mi chiedi? Fammi capire da quando ci conosciamo? Quante ne abbiamo fatte? E ancora mi chiedi? Ma scusa non te ne accorgi tu stesso? Mi conosci o no?”

Eh già 😃

Ora che si fa? Semplice, si segue la terza regola di ogni conversazione fatta a regola d’arte.

– Rispondere a quello che dice – quindi alla codifica emotiva, tuttavia attento, non fare l’errore di metterti a discutere sul “niente” e quindi se c’è qualcosa oppure no perché non arriveresti a niente.

Non la smuovi e inoltre per non darti soddisfazione si chiuderà e continuerà a ripeterti all’infinito che “non c’è niente”.

Che poi se analizzi la codifica emotiva che cos’è che vuol dire? Che in fondo vuole solo parlare ed assicurarsi di essere ascoltata.

Emotivamente per lei quel “niente” è una mancanza “sentimentale, emotiva”. Forse nella relazione c’è troppa abitudine oppure forse è venuta a mancare la scintilla dei vecchi tempi.

Ora non è necessario capire effettivamente quale sia il motivo perché se la metti a suo agio sarà lei stessa a rivelartelo.

E’ molto più importante che tu capisca che in quel “niente” c’è una mancanza e quindi devi darle lo spazio, lo sfogo giusto per far sì che possa nutrirla.

Ci siamo… Immagina la scena:

Arrivi, la vedi e subito ti accorgi che qualcosa non va… Inoltre, scorgi una piccola smorfia sul suo viso…

Tu: Qualcosa non va?

Lei: No… Niente!

Ormai sei diventato l’uomo che ha eliminato dal suo lessico conversazionale la parola “ah okey” E quindi ti basta poco per capire che c’è aria di codifica emotiva.

Anche perché ti trovi davanti ad un comportamento scomposto\contrario, lei che dice niente davanti a innumerevoli indizi che dicono il contrario.

Elemento in più quindi per dirti “se se se se… Sta fava… che non c’è niente”

Allora metti in atto la Seduzione 😉

Non potendoti come già spiegato scontrarti sul “niente” con lei non ti basta far altro che apri uno nuovo schema e ficcarcela dentro.

Tu: Dici niente? Senti…Ma lo sai che quando hai quella smorfietta sul tuo viso mi ricordi il motivo del perché io e te stiamo insieme (o ci frequentiamo, dipende dal contesto. Scegli in base al tuo.) Accidenti a quanto mi incuriosisci… E non pensare… Sai… io quella “smorfietta” la conosco… Eh eh cosa credi… Senti adesso mi tolgo la giaccia e tu intanto ti siedi comodamente perché voglio ascoltare con curiosità la tua giornata.

Lei: Hai presente un cioccolatino sciolto al sole d’estate con quaranta gradi? Ecco uguale.

Questo, mio caro, in soldoni vuol dire continuare ad attrarre la donna.

Doveva essere una spiegazione di due righe e guarda un po’. Va beh meglio così, nel video ti spiego:

➡️ I tre motivi che fanno nascere la codifica emotiva
➡️ Come riconoscerla
➡️ Come utilizzarla a tuo vantaggio

Categorie
Articoli seduttivi

Scopri qual è il primo passo per migliorare i rapporti con le donne

Nuovo caffè per me e nuova email per te 
Mi piace fermarmi un momento e riflettere su come posso aiutare persona che come te vogliono migliorare e non mi riferisco solo in ambito seduttivo, ma come persona capace di gestire le diverse relazioni che puoi avere con il fantastico mondo femminile.

Qual è il primo passo da fare?
Sicuramente è quello di capire e di voler attuare il cambiamento, su questo non ho dubbi.

Ma è il secondo passo quello più importante, quello che ti darà la giusta direzione verso il tuo personale traguardo.

Ed è per questo che ti voglio riportare una testimonianza di Riccardo.

Faccio un inciso, che cosa sono questi 2 giorni con me?

Scegliere ed acquistare un corso di seduzione di una qualsiasi azienda è un passo importante ed è altrettanto importante capire se per te può essere davvero utile.

Come puoi capire se quel corso che scelto è DAVVERO UTILE per te?

Semplice, devi conoscere personalmente l’istruttore! Ma non solo, anche l’istruttore deve conoscerti perché deve comprendere il tuo carattere, le tue problematiche, la tua storia e i tuoi obiettivi.

Ti faccio un esempio: supponiamo che tu abbia 40 anni e paghi un corso di seduzione qualche migliaia di euro per poi scoprire che l’istruttore ha 25 anni. Cosa potrà sapere quel ragazzino dei tuoi problemi e quanto potrà conoscere una donna quarantenne? Per lui sono solo delle milfone e null’altro.

Proprio per questo motivo ti offro 2 giorni di coaching con me!

Solo in questo modo possiamo conoscerci, capire i tuoi obiettivi e verificare sul campo se il mio metodo d’insegnamento è adatto a te e se alla conclusione dei 2 giorni di pratica sul campo non otterrai nessun risultato TI RIMBORSERO’ I 2 GIORNI!

Ma ora torniamo alla testimonianza di Riccardo.

Se vuoi chiedermi qualcosa, se hai qualche dubbio non ti preoccupare la mia porta è sempre aperta per te che hai avuto la pazienza di seguire tutte queste email.

Scrivimi o telefonami al 340 688 13 75 non ti preoccupare non mordo