Le conseguenze negative del dividere le donne in “categorie”

LE CONSEGUENZE NEGATIVE PER UN UOMO DI DIVIDERE LE DONNE IN CATEGORIE IN BASE AL LORO ASPETTO ESTERIORE

Oggi voglio parlarti di una brutta abitudine dell’uomo medio, che è poi il motivo principale per il quale le donne che realmente gli interessano, che realmente lo attraggono e che vorrebbero al loro fianco, gli sfuggono.

Sto parlando di quanto sia sbagliato, per un uomo, dividere le donne in “categorie” basandosi esclusivamente sull’aspetto estetico.

Cosa vuol dire dividere le donne in “categorie”

Quante volte hai guardato da lontano una bella donna, chiedendoti cosa mai dovrebbe avere un uomo per riuscire ad incuriosirla e a piacerle?

Scommetto tante, e scommetto anche che non ti sei mai posto una domanda del genere quando guardavi una donna carina, ma non incredibilmente attraente.

Ecco, quello che hai commesso facendoti queste domande è proprio il principale errore per cui le donne che realmente desideri ti intimoriscono.

L’errore che commette l’uomo medio è quindi quello di suddividere le donne in categorie, come ad esempio la donna bruttina, quella più carina, quella più bella e la “strafiga”.

“Il mito dell’eroe lo crea la folla”

Partiamo dal fatto che, come si suol dire, “il mito dell’eroe lo crea la folla”, e così come lo crea lo può distruggere.

Cosa intendo dire? Che nel momento in cui etichetti alcune donne come “strafighe”, e le metti quindi in questa categoria che tu stesso hai creato, già stai dando loro un titolo, un merito, come si fa appunto con l’eroe, e di conseguenza stai attribuendo loro un valore che tu non hai, o che non pensi di avere.

Ma ciò, come dicevo, è totalmente sbagliato, perché in questo modo sarai portato a comportarti in maniera diversa a seconda della ‘categoria’ di donna che ti trovi davanti, con la conseguenza che più questa categoria sarà ‘alta’ e maggiore sarà la paura di sbagliare e di non piacerle.

Ma come ho già detto altre volte, una donna intuisce facilmente questo modo di fare, capisce subito quando un uomo la tratta “coi guanti” solo perché è più carina della media, e percepirà questo comportamento come poca abitudine ad avere donne nella tua vita.

E non esiste donna attratta da un uomo che le dimostri di non essere abituato alle donne.

Quando invece interagisci con una donna che consideri solo “carina” non ti poni questi problemi, semplicemente perché il suo non essere ‘strafiga’ non ti incute nessun timore, soprattutto non ti incute la paura di perderla.

E cosa succede la maggior parte delle volte? Che non solo riuscirai ad uscirci e a frequentarla, ma che spesso sarà lei a cercarti, proprio perché è attratta dal tuo comportamento sfuggente e dal tuo essere poco presente.

Sono sicuro che, se ci rifletti, è un situazione che ti è successa più volte nella vita.

Ho già parlato in un altro articolo delle conseguenze negative dello scegliere la “meno peggio”. Se ancora non lo hai letto ti suggerisco di farlo ora.

L’unica suddivisione che devi fare

L’unica suddivisione che invece dovresti fare quando si tratta di donne è dividerle in “quelle che ti attraggono” e “quelle che non ti attraggono”.

Poi non c’è dubbio che tra quelle che ti attraggono ci sarà chi ti attrae di più e chi di meno, ma il tuo comportamento nei confronti di queste donne dovrà essere lo stesso.

Solo così potrai abituarti alla presenza di donne più belle nella tua vita e potrai iniziare ad avere con loro delle interazioni più performanti.

In questo modo, entrando nella giusta visione della donna, ti toglierai lo “spettro” della strafiga da conquistare e inizierai a trattarla per quello che è, una donna che semplicemente ti attrae, e nulla di più.

E questo è proprio ciò che facciamo nei nostri Percorsi dal vivo, in cui insegniamo agli uomini a non mettere più la donna sul piedistallo ma a trattarla per quello che è, in modo da avere quindi uno stile e un approccio più diretto e performante.

Se vuoi sapere di più non esitare a contattarci per una consulenza gratuita.

Facci sapere la tua nei commenti o scrivici in privato per raccontarci una tua esperienza, ti risponderemo entro pochi minuti.

Fiducia in te stesso, sempre!           

Iscriviti nel nostro gruppo Facebook

È totalmente privato e riservato

Clicca qui per richiedere l'accesso

Forse ti possono interessare anche questi articoli